Itinerario di viaggio a Firenze: cosa vedere in 1, 2 o 3 giorni

Scopri con noi il meglio di Firenze

Città Natale di Dante, culla della lingua italiana, ed è stata anche capitale per breve tempo: naturalmente parliamo di Firenze. Per chi ama le città d'arte, questa è una meta imprescindibile, e se hai solo pochi giorni da dedicare al capoluogo della Toscana, ecco alcuni suggerimenti dalla nostra infaticabile redazione.

  1. Il Duomo di Firenze e la cupola del Brunelleschi
  2. Piazza della Signoria e Palazzo Vecchio
  3. Ponte Vecchio
  4. Galleria degli Uffizi
  5. Galleria dell'Accademia
  6. Il Mercato Centrale
  7. Cappelle Medicee
  8. Santa Maria Novella
  9. Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli

Cosa vedere a Firenze in uno, due o tre giorni? Di seguito troverai alcune tappe, dalle più famose alle più nascoste, per goderti il meglio di questa fantastica città in base al tempo che potrai dedicarle, per ottimizzare il viaggio e goderti pienamente ogni singolo istante. Pronti? Iniziamo il viaggio.

1. Il Duomo di Firenze e la cupola del Brunelleschi

Per il primo giorno della tua visita a Firenze, soprattutto se non l'hai mai visitata prima, devi assolutamente partire dalle basi: non puoi dire di aver visitato Firenze se non hai visto la Cattedrale di Santa Maria del Fiore e la cupola del Brunelleschi, senza contare il Campanile di Giotto e il Battistero di San Giovanni, anch'essi parte del complesso. Per visitare tutto ti serve almeno una mezza giornata, ma è imprescindibile salire sulla cupola, naturalmente se non soffri di vertigini. Due curiosità: la prima è che il Duomo è la quarta Chiesa più grande d'Europa, mentre la seconda riguarda la cupola, che Brunelleschi aveva progettato perché fosse possibile vederla da qualsiasi punto della città.

Da sapere: ti consigliamo il biglietto prioritario, costa un po' di più ma potrai saltare file davvero lunghe.

2. Piazza della Signoria e Palazzo Vecchio

Una volta finita la tua visita al Duomo, puoi raggiungere tranquillamente a piedi il cuore pulsante di Firenze, Piazza della Signoria, distante meno di 500 metri. Qui, di sicuro, la prima cosa che salta all'occhio è la copia della celebre statua del David di Michelangelo (puoi ammirare l'originale nella Galleria dell'Accademia). Trovi poi la Loggia dei Lanzi, con le sue statue rinascimentali. Tuttavia, su Piazza della Signoria, quello che troneggia è il trecentesco Palazzo Vecchio, che oggi ospita uffici comunali, ma una parte adibita a museo può essere visitata. Inoltre, puoi salire anche sulla sua Torre di Arnolfo e godere della vista di tutta la città.

Da sapere: poiché è sede comunale, a volte il palazzo è chiuso, consulta il sito per sapere se puoi visitarlo.

3. Ponte Vecchio

Da Piazza della Signoria, passando per il piazzale degli Uffizi, sempre a piedi si arriva a un altro dei simboli della città, meta obbligatoria soprattutto per chi vede Firenze per la prima volta: il famoso Ponte Vecchio. La sua storia è antichissima e risale all'epoca romana: il primo attraversamento dell'Arno in questo punto, infatti, è stato predisposto subito dopo la fondazione di Firenze, nel I secolo prima di Cristo. Il Ponte Vecchio rimase l'unico ponte per raggiungere la città fino al 1218, mentre il suo aspetto attuale risale al 1345. Nei secoli questo ponte ha resistito a diverse alluvioni e anche ai bombardamenti dell'ultima guerra. Oggi è uno dei luoghi più suggestivi di Firenze, ricco soprattutto di botteghe orafe. Una visita è davvero obbligatoria!

Da sapere: l'accesso al Ponte Vecchio è gratuito, non perderlo al tramonto, il momento più romantico.

4. Galleria degli Uffizi

Hai un secondo giorno da dedicare alla tua visita a Firenze? Ottimo! In questo caso devi assolutamente iniziarlo con la Galleria degli Uffizi, e ti consigliamo di andarci al mattino di buon'ora perché, come puoi immaginare, la fila è davvero lunga.Tuttavia, è una fila che vale la pena fare, perché in questo museo, tra i più importanti d'Italia, sono conservate opere intramontabili e di inestimabile valore. Solo agli Uffizi, infatti, hai la possibilità di ammirare da vicino la celebre Nascita di Venere oppure la Primavera, entrambe di Botticelli, oppure l'Annunciazione di Leonardo da Vinci, o ancora la Venere di Urbino di Tiziano, e tantissime altre opere celebri che fino a ora avevi visto solo nei libri.

Da sapere: ti consigliamo, oltre al biglietto prioritario, anche un tour guidato per goderti davvero ogni opera.

5. Galleria dell'Accademia

Dopo la visita agli Uffizi, e magari dopo aver assaggiato qualche specialità toscana in uno dei tanti ristoranti del centro, ti consigliamo di continuare la tua full immersion nell'arte, andando alla Galleria dell'Accademia, dove puoi vedere, tra le tante altre opere, il David michelangiolesco originale. Se ami o vuoi conoscere Michelangelo Buonarroti, qui troverai tantissime opere di questo grande artista del Rinascimento italiano, come Gli Schiavi o Venere e Amore, ma naturalmente qui sono presenti dipinti e sculture di moltissimi altri celebri artisti. Anche la Galleria dell'Accademia si trova in centro, puoi raggiungerla a piedi, da Piazza della Signoria, in meno di 10 minuti.

Da sapere: anche in questo caso ti consigliamo una visita guidata o un'audioguida per comprendere tutte le opere.

6. Il Mercato Centrale

Dopo questa scorpacciata di arte, in questo secondo giorno a Firenze, oltre allo spirito, è il momento di nutrire come si deve anche il corpo, e non c'è luogo migliore dello storico Mercato di San Lorenzo, conosciuto anche come Mercato Centrale. Situato a pochi passi a piedi dalla Galleria dell'Accademia, il mercato coperto è una struttura in ferro e vetro che risale al XIX secolo, ma in realtà anche all'esterno sono presenti tanti banchi in cui poter comprare di tutto, tra libri, oggetti e abiti vintage, e dove darsi alla nobile arte della contrattazione. All'interno, invece, potrai fermarti a mangiare, oppure acquistare gli ingredienti più genuini per provare realizzare da te alcune delle tipiche ricette fiorentine.

Da sapere: qui puoi conoscere la Firenze più vera e autentica, e magari chiedere consigli per qualche ricetta.

7. Cappelle Medicee

Terzo giorno a Firenze? Ottima scelta, così potrai approfondire ancora di più la conoscenza di questa meravigliosa città. Per esempio, puoi visitare le Cappelle Medicee. Ci troviamo proprio accanto al Mercato Centrale, dove si trova la quattrocentesca Basilica di San Lorenzo, dove riposano i membri della famiglia dei Medici, e dove la potente famiglia fiorentina espresse il desiderio di avere un proprio mausoleo, su disegno del Brunelleschi. Delle diverse strutture, la Sacrestia Nuova, in particolare, fu realizzata da Michelangelo tra il 1520 e il 1524 e dove, tra tante opere d'arte, riposano Giuliano de' Medici e Lorenzo il Magnifico. Se ti interessa la storia della famiglia de' Medici, puoi seguire anche dei tour che ti porteranno a visitare le varie tappe della loro storia.

Da sapere: le Cappelle Medicee sono aperte al pubblico tutti i giorni, ma solamente fino alle 14.

8. Santa Maria Novella

Visto che dalle Cappelle Medicee sei davvero lì a due passi, non puoi assolutamente non visitare la meravigliosa Basilica di Santa Maria Novella, grandissimo esempio di gotico italiano, che racchiude opere d'arte inestimabili. Intanto la facciata fu realizzata da Iacopo Talenti, per la parte inferiore, e da Leon Battista Alberti nella parte superiore. All'interno, poi, sono conservati alcuni capolavori come la Trinità di Masaccio, il Crocifisso di Giotto, gli affreschi di Filippino Lippi all'interno della Cappella Strozzi, a destra dell'altare, quelli di Domenico Ghirlandaio, situati all'interno della Cappella Tornabuoni, senza contare il Crocifisso ligneo del Brunelleschi, nella Cappella Gondi. Insomma, per gli amanti dell'arte Santa Maria Novella è davvero un tesoro che merita una visita.

Da sapere: la Basilica è aperta ogni giorno e il biglietto d'ingresso costa 7,50 €, il ridotto 5 €.

9. Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli

Siamo arrivati alle ultime due tappe tra le cose da vedere a Firenze in tre giorni, e tra queste non potevano mancare perle come Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli. Il primo si trova in Piazza de' Pitti, ad appena un quarto d'ora di passeggiata da Santa Maria Novella, ed è una vera meraviglia! Costruito nel 1457 su progetto del solito Brunelleschi, entrò a far parte dei possedimenti dei Medici nel 1549. Oggi si possono ancora visitare gli appartamenti reali, con gli arredi risalenti al XIX secolo, ma anche una grande collezione di oggetti appartenuti alla più famosa famiglia fiorentina. Il Palazzo, inoltre, si affaccia sullo splendido Giardino di Boboli, un vero e proprio museo a cielo aperto, la cui struttura si ispira ai grandi giardini dei palazzi europei, come quello di Versailles. La visita a Firenze non si poteva concludere con uno scenario migliore!

Da sapere: puoi visitarli acquistando un unico biglietto, valido per 3 giorni, in cui sono inclusi gli Uffizi.

Le nostre migliori offerte solo Hotel per Firenze:

Trova la destinazione perfetta per te!

Iscriviti alla nostra newsletter

Riceverai offerte esclusive e le nostre migliori proposte.

In più, imperdibili consigli di viaggio, per trovare sempre nuove mete.